Case history: disturbi stabilità

 

Disturbi stabilità: dispositivo occlusale estetico

 

Disturbi stabilità: report iniziale equilbrio posturale

 

Paziente adulto che presentava disturbi della stabilità trattato con la terapia gnatologica.

Il paziente presentava senso di capogiro al mattino al momento di alzarsi dal letto,
ruotando il capo, alzandosi dalla sedia una sensazione di pavimento mobile.

La visita otorinolaringoiatrica ha escluso patologie a carico dell’orecchio e dell’apparato vestibolare, consigliata comunque una terapia farmacologica.

L’esame odontoiatrico mette in evidenza:
la mancanza degli elementi 36 – 46, una ridotta dimensione verticale, e difficoltà nei movimenti di lateralità destra e sinistra
All’esame posturale si nota ridotta rotazione del capo (30° a destra e sinistra).
L’esame stabilometrico evidenzia una posizione posteriorizzata del baricentro corporeo.
Lo studio del caso viene effettuato mediante Test di kinesiologia Applicata Odontoioatrica.

Presa calco dentale

 

L’utilizzo di “spessori calibrati” (0,3 mm) abbinati al “test muscolare” a (fascio mediale del M. Temporale) ci consente di determinare la dimensione verticale rispettivamente dell’emisoma destro e del sinistro.

Arco facciale

 

L’arco facciale: per il trasferimento corretto della posizione mascellare superiore.

Calco dentale

 

La “chiave occlusale” ottenuta mediante materiale rigido e stabile consente il corretto trasferimento del parametro clinico al laboratorio.

Applicazione dispositivo occlusale estetico

Un dispositivo occlusale in resina composita che permette al clinico di poter migliorare la funzione masticatoria del paziente apportando modifiche del manufatto non solo per sottrazione ma anche e soprattutto per addizione con piccoli incrementi di materiale estetico per ottimizzare un contatto,una lateralità oppure il movimento di protrusione.